novembre 02, 2005

Armonie passionali e elettroniche interferenze.

Armonie passionali e elettroniche interferenze.
Ryuichi Sakamoto e Alva Noto (aka Carsten Nicolai).

Dall'unione di due arti, di analogico e digitale, di classico e di avanguardia, nasce e si sviluppa Insen, seconda opera collaborativa del duo uscita a marzo 2005 sotto etichetta tedesca Raster-Noton.

29.10.05 - Ryuichi Sakamoto + Alva Noto, Teatro Comunale (Mo) - INSEN

Sakamoto siede al pianoforte.. Nicolai, a fronte, è dietro la consolle..
a unirli un fascio di rapide pulsazioni luminose, forme geometriche e musicali, codici a barre, rumori, disturbi.
E' l'armonia del pianoforte, accarezzato intimamente, percosso, amato, che sposa sonorità profonde, sintetiche e dispersive.
Lo spettatore è avvolto da frequenze prfondissime, punzecchiato da intereferenze audio-visive.
Sakamoto è malinconico come improvviso, sempre penetrante a ogni nota.
Ciò che si prova davanti a una rappresentazione come questa fa parte di una vasta gamma di emozioni, del tutto inaspettate dal mio punto di vista, cioè di chi era (colpevolmente) rimasto al Sakamoto "etnico" di fine anni 80 (Beauty).
Sono contento.
Contento di aver preso parte a questo spettacolo. Di essermi emozionato a suoni che sento sempre più vicini.
Ora Insen è in cuffia. Io chiudo gli occhi.

3 Postille:

At 3:19 PM, Anonymous zeta said...

bellissimo, ipnotico!

 
At 7:19 PM, Blogger Albi said...

ecco ipnotico.. esatto..

 
At 7:07 PM, Blogger pureDfave said...

cazzo,ma tu c sei stato allora?non me l'avevi detto..............pedace

 

Posta un commento

<< ricominciamo