agosto 25, 2006

Accenni nordici

Cosa portare a casa dalla Swinging London?
Foto, musica, dischi, vestiti.

E come riassumerli?
Sbagliato, mai riassumere. Tender
e sempre all'eccessiva loquacità.

Ma in caso di impossibilità, prestate attenzione a quel che vi lascio, in ordine sparso:
(premetto che già il viaggio è iniziato in modo strano incontrando 2 loschi figuri all'aereoporto...)

- Strana l'interminabile fila di ragazzini 16enni fuori dal negozio Fopp, a Camden, per lo show case della Spinto Band. Peccato che io sia alta 1 metro e 60. Video d'assaggio.

- 6 concerti al Barfly, il mio sabato sera a Camden. Uno, la cover band degli Arctic Monkeys, l'altro la cover band dei Grandaddy+Interpol, l'altro ancora la cover band dei Radiohead. 2 li ho persi, eppoi gli ultimi Shakes, 2 inglesotti che stanno tra i !!! e i Rapture, batteria elettrica, tastiera e voce. Un più. Anche perchè escono per la Rough Trade.

- a proposito di Rough Trade...Come i giapponesi, compro un 7" tanto per avere il sacchetto di plastica...


- Pierre Huyghe (che con un paio di porte formato gigante, un video sulla doppiatrice di Biancaneve, uno su Le Corbusier, un manifesto di Enzo Mari e molto altro,si aggiudica il premi "Miglior protagonista d'Essay 2006) e Kandinsky alla Tate Modern, che non ha parole per essere descritta.



- Seguendo gli eventi mainstream, monday è la serata del Trash@theEnd. Ecco, questo sì che è NME uk. E sul palco? Niente di meno che i Voxtrot...in un francobollo di palco, transennati contro il muro, caldo umido trasudato dalle pareti e dalle frangette del pubblico, vedo finalmente i 5 texani dagli occhi di ghiaccio. Ho provato a fare un filmatino, ma è di pessima qualità (audio e video)... Finalmente ho visto gli inglesi ballare.















- E Brick Lane (ringrazio Lucio e
Harriet) che mi sembra tanto Berlino...
















- E Emmy The Great che si aggira per le terrazze e le stanze del Lock Tavern che è troppo pieno perchè ci si renda conto di essere di domenica pomeriggio, troppe facce, troppi nomi da seguire, e tutto lì, a portata di mano, che ti puoi anche concedere di perdere i dj set di Kele dei Bloc Party e di Four Tet, perchè non è poi così importante quando l'atmosfera è tale...





- Swinging London@V&A Museum
Poi basta, sennò mi viene la nostalgia.
Cheers.

4 Postille:

At 2:06 PM, Blogger CalabazaBlog said...

NICE BLOG!!!


www.calabaza.it
http://calabazablog.blogspot.com

 
At 2:19 PM, Blogger Anais said...

@Calabazablog: thanx!

p.s. scusate se l'impaginazione lascia un pò a desiderare, ma non mi sballa sempre tutto...

 
At 9:18 PM, Blogger maxcar said...

uh, il trash. tornerei a londra (da cui manco dalla gita al liceo) esclusivamente per fare una gita allo zoo lì. poi qualcuno di particolare ha messo i dischi, o c'erano i soliti sostituti di alkan?

 
At 8:49 PM, Blogger Anais said...

@Max: al trash c'era il tipo castano capelli lunghi lisci, che mi hanno detto essere il solito delle serate trash...
musica un pò mainstream (che ormai è diventata la parola più usata ultimamente a partire dalle pipettes) but I was happy.

 

Posta un commento

<< ricominciamo